THE BLOG

Ice Bucket Challenge: la moda dell’estate? No, una forma di marketing intelligente

L’avvento dei social ha reso molto più facile il passaparola, con la conseguenza di aver moltiplicato le classiche catene di Sant’Antonio trasformandole in un modo per comprendere gusti e tendenze degli utenti della rete. Oltre alla lista dei 10 libri letti su Facebook, alle preghiere da condividere su What’s up (per non rischiare decenni di sfortuna) e alle tendenza da seguire (rigorosamente) su Twitter, a tener testa per tutta la bella stagione è stato l’Ice Bucket Challenge. Vietato dire che non lo conoscete: è la classica secchiata ghiacciata per la raccolta di fondi a favore dell’assistenza ai malati di Sla. C’è chi ha donato e chi, dopo essere stato “nominato” dagli amici, ha solo dimostrato di avere la tempra di non prendersi un malanno di fronte all’acqua gelida sul corpo. L’unica cosa certa è che in pochi giorni è diventato un fenomeno virale ed ha spopolato.

Continue reading

Facebook dimmi cosa pubblichi

Facebook: dimmi cosa pubblichi e ti dirò chi sei

C’è l’intellettuale e il depresso, quello che mostra una vita da “Mulino Bianco” perfetta e impeccabile e colui che ci tiene a passare per il “ribelle dalla vita spericolata”. Su Facebook, il più famoso social network al mondo, ognuno indossa quella maschera pirandelliana che lo rende irraggiungibile e un modello da imitare o terribilmente reale e, forse, un po’ noioso. Di sicuro c’è una costante, una serie di personalità vere o presunte che tra le pagine e i commenti si possono delineare.
Continue reading

Google+