Blog aziendale o corporate blog? Fai volare il messaggio!

Blog aziendale

Tra gli strumenti più infallibili per incrementare la propria notorietà nella rete, la cosiddetta brand reputation, cioè la fama di un marchio, c’è senza dubbio quello che è tra i primi Social Media: il blog. In questo caso, stiamo parlando di blog aziendale, o corporate blog.

Un blog aziendale è qualcosa di diverso dal sito web, che è ormai diffuso presso la maggior parte delle imprese. Il blog aziendale, a differenza del sito, non farà semplice comunicazione rispetto ai nuovi prodotti, non si limiterà ad essere una vetrina di news commerciali: al contrario, lavorerà per aree tematiche che si collegano tra loro, individuando contenuti informativi che generino interesse per gli utenti del web. E proprio qui sta il punto di forza: un blog extra-aziendale o corporate blog, che si rivolge cioè all’esterno dell’azienda, va a intercettare, nel pubblico di lettori/utenti del web, dei potenziali nuovi clienti.

Se da un lato il blog permette una pubblicazione istantanea e costante, a differenza di una rivista online, che risponde a criteri più complessi, d’altro canto è più coinvolgente di un sito web, e questo coinvolgimento dell’utente si misura proprio in commenti e contenuti personali che verranno condivisi in calce al singolo post.

In poche parole, se si è in grado di scrivere un post interessante, originale (o anche controverso); è probabile che questo verrà condiviso, attraverso gli altri Social (Facebook, Twitter, Google+) da molti utenti: ed è proprio così che si potranno agganciare nuovi clienti. Perché il blog, se aggiornato regolarmente, diventerà anche fonte di contenuti da condividere sui profili Social dell’azienda e, se sarà una sottocartella del sito web aziendale, aiuterà anche l’indicizzazione del sito stesso.

In breve: un blog che risponda a un solido progetto editoriale, magari affidato a un autore influente in un determinato segmento (ad es., i viaggi) che sia tangente, o intersechi il business dell’azienda (ad es., una compagnia aerea) può fornire un contributo non indifferente allo sviluppo di un’azienda. È calcolato che le piccole aziende che fanno attività di corporate blogging hanno in media il 55% in più di traffico sui loro canali rispetto a quelle che non lo fanno. E tutto questo traffico sugli altri canali (sito web, pagina fb, profilo Twitter, profilo Google+) si traduce, giocoforza, in un incremento di fatturato.

Senza contare che nel blog si può sviluppare la tecnica dello storytelling, il modo migliore per coinvolgere a livello emotivo il lettore/utente: raccontare la storia dell’azienda, evidenziando i valori condivisi che l’hanno fondata, è il primo passo per legare a sé il cliente e per sviluppare la brand awareness. Il tutto a un costo contenuto, anche se bisogna mettere in guardia anche dal fai-da-te: che può essere buono solo per un blog intra-aziendale, ossia quello in cui i dipendenti stessi dell’azienda costruiscono un racconto quotidiano delle dinamiche interne, a uso e consumo proprio.

Per il corporate blog è opportuno, se non indispensabile, affidarsi a dei professionisti, che dominano perfettamente le regole della scrittura per il web e hanno familiarità con le strategie di comment marketing e di social media management.

 

Qualche dato su cui riflettere:

 

Visibilità:

  • le società con un blog godono del 56% di visitatori unici in più rispetto alle aziende che non ce l’hanno.
  • il corporate blog ottiene un implemento del 98% di link in entrata

Indicizzazione:

  • un corporate blog che adotta tutte le best practice ha ben 435% di pagine indicizzate in più rispetto alla media
  • 98% di link indicizzati

Passaparola:

  • Influenza più del 53% delle decisioni d’acquisto dei clienti;
  • I contenuti ben sviluppati sono tra i principali fattori che inducono i naviganti in rete a seguire un’azienda sui suoi canali social media;
  • La reputazione online cresce: 7 utenti su 10 di Facebook,  Twitter e Google Plus sono maggiormente disposti a parlare bene di un’azienda che seguono.

Profitti:

  • Il 74% degli utenti preferisce essere informato sulle promozioni attraverso un blog rispetto agli annunci pubblicitari;
  • I blog influenzano le decisioni d’acquisto degli utenti del 64% rispetto alle pagine stampate;
  • il 62% dei naviganti apprezzano maggiormente un’azienda dopo aver letto degli articoli sui loro siti web.
Blog aziendale

Blog aziendale

 

blog corporate

Lascia un commento

Google+